• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

problemi con insegnante

sancre
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 30/01/2012, 9:38

problemi con insegnante

Messaggioda sancre » 30/01/2012, 10:08

Salve , vorrei chiedere un parere o un consiglio su come comportarsi per un caso riguardante la classe 2° elementare che frequenta nostro figlio , premetto che essendo per noi la prima esperienza del genere siamo veramente disorientati:
a seguito di alcuni episodi sia a livello didattico sia a livello comportamentale che sisono susseguiti nei primi mesi di insegnamento abbiamo fatto una lettera di protesta al dirigente scolastico , i 2/3 della classe hanno aderito , l'altra parte della classe ha scelto di non prendere iniziative , a seguito della lettera stanno emergendo episodi in cui l'insegnante attua ritorsioni verso i bambini dei genitori che sono stati più attivi in questa protesta , tali episodi sono stati riferiti al dirigente scolastico , questi però ( non sò se per vincoli veri o se per altre cause ) non stà dando l'impressione di prendere provvedimenti nell'immediato.
Venerdì scorso nostro figlio ha ricevuto una nota di richiamo dalla maestra a nostro parere in modo del tutto ingiustificato , la scorsa settimana tale evento è successo per altri due bambini .
oggi , visto il disagio di mio figlio ho deciso di non farlo partecipare alle ore in cui insegna lei e lo farò uscire prima , mi è stato consigliato ( dicendomi che è lecito ) di fare una lettera al dirigente in cui spiego tale azione e di ripetere la protesta per alcuni giorni , anche al fine di smuovere le acque ( il consiglio viene da una maestra ).

vorrei capirese la strada intrapresa è corretta , sinceramente ho paura che la situazione sia difficilmente recuperabile vista la completa 'sordita' dell'insegnante alle richieste di allinearsi al modus operandi delle sue colleghe ( peraltro tutte in contrasto con lei )

Avatar utente
ami
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 127
Iscritto il: 24/08/2009, 14:57

Re: problemi con insegnante

Messaggioda ami » 04/02/2012, 15:02

mamma mia che brutta storia! cara Santre però non ci spieghi i motivi per cui l'insegnante viene criticata dai genitori e soprattutto perchè dovrebbe "allinearsi" con il metodo d'insegnamento delle altre colleghe! per me è difficile dare giudizi ma non penso che un'insegnante possa prendersela con i bambini per l'atteggiamento dei genitori (o almeno spero che sia così...) comunque in bocca a lupo... soprattutto per il benessere dei vostri bambini... mi sento solo di dire che il dialogo e il capire il punto di vista dell'altro facilita un sacco di cose!

chica
Moderatori globali
Moderatori globali
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/08/2009, 17:06
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times
Contatta:

Re: problemi con insegnante

Messaggioda chica » 04/02/2012, 16:40

Condivido quello che dice ami. Non sta certo a noi dire chi ha rgione e senza nemeno sapere i motivi che vi hanno spinto ad una cosa del genere, e perchè lei si debba allineare alle altre insegnanti, è difficle esprimere un'opinione. Una cosa però mi sfugge: avete parlato con questa insegnante o no?io posso dire una cosa...non solo come insegnnte ma come persona: una cosa che proprio non mi piace è quando davanti mi si dice che va tutto bene e poi dietro si sparla o, nel cso di una maestra, si va a far lettere mettendo di mezzo tutti senza dire al diretto interessato cosa c'è che non va. E vista così non mi piace nemmeno quel consiglio dato da un'altra maestra perchè non i sembra un tentativo di dialogo ma un voler fare muro contro muro.
http://sites.google.com/site/infanziaedintorni/
il sito è piccolino è piccolino ma cercherà di crescere. mi aiutate?:-)

il mio blog http://ilblogdiinfanziaedintorni.blogspot.com/

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
lorenza73
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 14/02/2012, 12:32

Re: Guida alla RICERCA nel forum

Messaggioda lorenza73 » 14/02/2012, 12:40

Buongiorno, volevo chiedere un consiglio. Proprio ieri sono andata a ritirare la pagella, i voti erano su tutte le materie otto e sette, tranne Storia e Geografia, con 5 e 6. Mia figlia frequenta la Quarta elementare e ha fatto l'inserimento con un anno di anticipo, da premettere che in quelle materie ha sempre cambiato annualmente insegnante. Le altre non gli hanno mai dato voti così, questa nuova sì, mi chiedo non doveva avere già segni anche con le altre insegnanti precedenti nelle stesse materie? Da premettere che in Storia hanno solo fatto 3 verifiche (dalla quale ha corretto più gli errori di ortografia, e dando il voto basandosi a quello). Di interrogazioni non ne ha ancora fatti, può dare un cinque?? Ho chiesto un colloquio al più presto, chiedendomi tutto questo e anche il come mai mia figlia, dopo 8 ore in classe e portando ancora compiti a casa il pomeriggio, vada male. Mi chiedo se è il caso di chiedere una maestra di sostegno! Ma visto l'impegno di mia figlia vorrei contestare i voti, posso?

chica
Moderatori globali
Moderatori globali
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/08/2009, 17:06
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times
Contatta:

Re: Guida alla RICERCA nel forum

Messaggioda chica » 14/02/2012, 17:34

lorenza73 ha scritto:Buongiorno, volevo chiedere un consiglio. Proprio ieri sono andata a ritirare la pagella, i voti erano su tutte le materie otto e sette, tranne Storia e Geografia, con 5 e 6. Mia figlia frequenta la Quarta elementare e ha fatto l'inserimento con un anno di anticipo, da premettere che in quelle materie ha sempre cambiato annualmente insegnante. Le altre non gli hanno mai dato voti così, questa nuova sì, mi chiedo non doveva avere già segni anche con le altre insegnanti precedenti nelle stesse materie? Da premettere che in Storia hanno solo fatto 3 verifiche (dalla quale ha corretto più gli errori di ortografia, e dando il voto basandosi a quello). Di interrogazioni non ne ha ancora fatti, può dare un cinque?? Ho chiesto un colloquio al più presto, chiedendomi tutto questo e anche il come mai mia figlia, dopo 8 ore in classe e portando ancora compiti a casa il pomeriggio, vada male. Mi chiedo se è il caso di chiedere una maestra di sostegno! Ma visto l'impegno di mia figlia vorrei contestare i voti, posso?

Un'insegnante di sostegno per un 5 o un sei in storia e geografia????
M scusi la franchezza ma mi sembra eccessivo. Lei può contestare i voti, per carità, ma si ricordi chel'esperta di didattica è l'insegnante e probabilmente se ha fatto una valutazione che l'ha portat a dare un voto c'è un motivo. E contino con la franchezza.....ma non può essere che la bambina abbia avuto un calo in qualche materia(i motivi possono ssere svariati, stanchezza, crescita, fors anche cabiamento dell'insegnate e di conseguenz di metodi). Il colloquio può essere utile (ma al omento della consegna non c'è stato?) ma come momento di confronto per cercae insieme di aiutare la bambina a superare quello che, probabilente, è unasemplice fase. Auguri
http://sites.google.com/site/infanziaedintorni/
il sito è piccolino è piccolino ma cercherà di crescere. mi aiutate?:-)

il mio blog http://ilblogdiinfanziaedintorni.blogspot.com/

marybici
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 01/04/2012, 22:50

Re: problemi con insegnante

Messaggioda marybici » 02/04/2012, 20:38

Salve, sono Mary e sono mamma di un bimbo di 8 anni che frequenta la classe III della scuola primaria.
Qualche giorno fa mio figlio ritorna da scuola e mi mostra una nota in rosso ricevuta sul quaderno di matematica. Ha svolto da solo un problema e per calcolare il perimetro di un rettangolo ha usato questo procedimento: P= (L1+L2) X 2. Ragionamento e calcoli senza dubbio esatti, ma la maestra lo ha rimproverato e non ha accettato la soluzione data evidenziandolo nella nota. Il motivo? Non ha seguito la procedura indicata dall’insegnante, ovvero P= L1+L1+L2+L2.
Alquanto perplessa, il giorno dopo, chiedo di essere ricevuta dalla maestra. Le faccio presente che non mi è sembrato giusto rimproverare il bambino che, nella soluzione data al problema, ha dimostrato di aver messo a punto tutte le conoscenze acquisite in maniera egregia. Faccio presente che il procedimento utilizzato è una sua conquista (il problema è stato fatto a scuola e noi a casa non abbiamo mai fatto lezioni extra di matematica) e che in quanto tale, trovo sia stato sbagliato reagire in quel modo.
La maestra ha risposto ribadendo di non poter accettare il procedimento adottato da mio figlio in quanto “fuori dal programma di terza elementare” e “troppo complicato”. Mi ha detto che gli altri bambini se avessero copiato dal suo quaderno, come qualche volta forse succede, non avrebbero capito niente. Ancora più perplessa per la risposta ricevuta, e visto che ero stata fraintesa, le dico che non ero lì per richiedere per mio figlio elogi particolari né lezioni avanzate personalizzate. Le dico che richiedo, invece, che mio figlio possa utilizzare in libertà il procedimento che meglio crede se è frutto del suo ragionamento e se è comunque corretto, per non ostacolare il suo personale percorso di crescita e apprendimento.
La risposta della maestra arriva il giorno dopo. Mio figlio esegue un problema utilizzando lo stesso procedimento del primo. La maestra si infuria, urla per mezzora e minaccia: “Se continui a fare di testa tua lo dico alla tua maestra di catechismo!!!”
Il bambino non frequenta il catechismo ma se pure fosse non credo che questo sia pensato per infondere terrore nelle persone. Ma poi che senso ha?
Dopo questa uscita sul catechismo la mia stima per la maestra, già vacillante per la storia del problema, è andata sotto lo zero. E mi chiedo così come ho chiesto anche a lei, a proposito di cervelli in fuga: dobbiamo farli scappare già dalla terza elementare?
Al momento sono davvero disorientata e ho bisogno di conoscere altri pareri in merito a questa storia che a me pare piuttosto grave e sono diverse notti che non mi fa dormire. Ovviamente sono preoccupata per il mio piccolo. Cosa ne pensate? Visto che il mio intervento non è servito a nulla, è il caso secondo voi di coinvolgere anche la dirigente? Oppure mi sbaglio io e la maestra ha ragione?

Avatar utente
mirocat
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 23/08/2009, 18:17

Re: problemi con insegnante

Messaggioda mirocat » 02/04/2012, 21:45

è difficile entrare nel merito nonostante la sua chiara esposizione, non per campanilismo ma perchè prima di dare un giudizio ritengo sempre opportuno sentire la versione di tutte le parti.
In ogni caso non mi risulta stia scritto da nessuna parte che non si possa insegnare una regoletta solo perchè non è programma di quell'anno. Personalmente se i miei alunni di quarta avessero saputo usare la regola scoperta da suo figlio, invece della somma dei lati, avrei fatto salti di gioia!
Per non confondere tuo figlio però, in parte perchè siamo quasi alla fine dell'anno e in parte perchè magari l'anno prossimo cambierà insegnante, cercherei di fargli capire che è bello che riesca ragionare con la sua testa ma che, forse, la maestra vuole che lui apprenda anche l'altra formula. Tutto con molta serenità e senza far trasparire il tuo disappunto proprio per non compromettere del tutto la già incrinata fiducia che anche lui ripone nell'insegnante. A questa età, quando non si fidano di chi insegna, possono perdere interesse per lo studio e il danno sarebbe ancora maggiore.

marybici
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 01/04/2012, 22:50

Re: problemi con insegnante

Messaggioda marybici » 02/04/2012, 22:38

Grazie, la sua risposta è molto chiara. Faccio presente comunque che mio figlio ha appreso anche la regola adottata dalla maestra e gli ho consigliato di scriverla sempre vicino alla sua soluzione per confrontarle. Parlando col bambino gli ho detto che secondo me è giusto che pensi con la sua testa e, facendo riferimento alle minacce della maestra, che tutti gli esseri umani in momenti di rabbia possono sbagliare e dire cose cattive. Tuttavia resto ancora molto preoccupata e questa storia mi sta procurando diversi mal di pancia. La mia paura è chiaramente che il pensiero e le capacità di mio figlio siano frenate in maniera irreversibile da questa maestra che si dimostra poco disponibile e chiusa al confronto. Parla costantemente di un suo personale "metodo" ma non esce dal metro quadro che lo racchiude. Mi rendo conto che si tratta di una affermazione pesante, ma sono veramente molto provata. Posso contare solo sul senso critico di mio figlio?

rosselli

Re: problemi con insegnante

Messaggioda rosselli » 03/04/2012, 13:52

Sono molto d'accordo con l'intervento di mirocat, del quale condivido tutti i punti... meno uno!
Mi lascia un po' perplessa la frase seguente:
"...forse, la maestra vuole che lui apprenda anche l'altra formula."
Ritengo abbastanza grave il comportamento dell'insegnante (ahimé!) e per niente risolutivo della questione il fatto che il bambino debba imparare il metodo dell'insegnante solo perché l'ha proposto l'insegnante.
Io insegno in una quinta e in classe consideriamo tutti con grande apprezzamento OGNI ipotesi/soluzione/proposta che provenga dall'alunno e che abbia una sua spiegazione logica e una coerenza con quanto spiegato, esattamente quanto quello che spieghiamo noi insegnanti. Anzi, di più!
Se fossi stata nei panni di questa insegnante, oltre a fare anche io salti di gioia, avrei chiesto al bambino di spiegare alla classe il percorso che l'ha fatto arrivare a tanta, personale conquista.

In conclusione, mi permetto di aggiungere che vedo, in questo caso, un altro problema: ormai mi pare che sia compromessa la fiducia che il genitore ripone nell'insegnante di suo figlio.
Quando si arriva a questo... è difficile continuare serenamente la relazione che deve vedere le diverse parti scolastiche unite per la condivisione dello stesso percorso educativo.
Confesso che io stessa, come genitore, non ci riuscirei...

marybici
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 01/04/2012, 22:50

Re: problemi con insegnante

Messaggioda marybici » 03/04/2012, 15:46

Ringrazio la maestra Laura per il suo intervento. Credo che sia riuscita a cogliere anche il mio attuale stato d'animo che è devastato, tra l'altro, anche dal dovere di contenere il disappunto verso l'insegnante davanti a mio figlio per cercare soluzioni diplomatiche che lasciano comunque, in questo caso, tanti dubbi.

Ho scelto di sottoporre la questione in un forum frequentato da insegnanti proprio per ottenere giudizi da persone del campo e per potere agire con più lucidità possibile in questa faccenda che, per il momento, non ha trovato soluzioni.
E' assolutamente vero che io non mi fido più di questa persona ma che posso fare? Ripeto la domanda che ho già fatto in questo forum: Secondo voi è il caso di informare la dirigente? Potrei mostrarle il quaderno che testimonia che quanto dico è vero (Lo ha pure scritto nelle note!!! Come menarsi la zappa sui piedi!!). Ma poi che succederebbe? Ho pensato anche di far cambiare scuola a mio figlio, visto che quasi sicuramente questa insegnante accompagnerà la classe fino alla quinta. Ma è giusto che se ne vada lui quando è lei che sta nel posto sbagliato? E poi comunque continuerebbe a fare la stessa cosa con altri bambini. Certo la pausa di Pasqua mi farà bene in questo momento e mi servirà, forse, per disintossicarmi un po', ma aiutatemi ad orientarmi sulle soluzioni che posso adottare perché a mio figlio ci tengo davvero moltissimo. Grazie.


Torna a “Rapporti scuola-famiglia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module