• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

Metodo analogico di Camillo Bortolato

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/05/2014, 18:56

Ecco un altro lavoro sulle decine e sulle unità con l'armadio del 100 di Bortolato
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Simona Zuccarelli
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 10/07/2014, 2:48

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Simona Zuccarelli » 10/07/2014, 14:12

Ciao Rosamaria, qual'è il testo di Bortolato con cui ti sei preparata? Mi piacerebbe studiarmelo questa estate. Grazie :D

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 12/07/2014, 5:02

Ciao Simona, anche se non sono rosaMaria a cui hai posto la domanda, ti rispondo io !
Se il prossimo anno sarai in prima ti consiglio ovviamente la linea del 20 ma questo progetto matematico si completa anche se leggi ed usi con i tuoi alunni la linea dei numeri sempre di bortolato!
Avessi bisogno di altre delucidazioni contattami per messaggio privato!! Volessi curiosareil mio lavoro svolto ho
Donato i miei file dei quaderni di prima al sito Atuttascuola.it
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 8:23

Ciao Simona, ieri mi sono dimenticata di consigliarti anche i Primi voli di Bortolato dove puoi trovare un ottimo percorso di pregafismo e di topologia!!! La cosa bellissima è che al suo interno troverai due strumenti in cartoncino!!!!!!!
Mi devono scusare gli altri, perché immagino che possano dare fastidio le mie parole, ma secondo me, e non lo finirò mai di dire ,che di ogni metodo bisogna capirne un attimo l'essenza!!!!! Poi ovviamente ci sta tutto un percorso più personalizzato, prendere solo una parte o tutta! D'altronde non si pretende di standardizzare i propri alunni con quelli del prof Bortolato!! Non è manco sua intenzione!! A giugno ha inviato una bellissima email dove non vi è nessuna presunzione di!!
Ultima modifica di Paola Viale il 13/07/2014, 20:16, modificato 1 volta in totale.
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 8:25

Simona se hai bisogno ho i materiali di due corsi di aggiornamento!!
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Avatar utente
cricco84
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 576
Iscritto il: 06/10/2009, 9:00
Been thanked: 10 times

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda cricco84 » 13/07/2014, 14:09

Buongiorno Paola!
Io non credo che le tue parole infastidiscano... e penso che ti stia riferendo a quanto detto da me e ALissi.
Concordo con te: di ogni metodo bisogna cogliere l'essenza.Da qui, ogni docente decide "cosa" e "come " prendere. Io ad esempio da Bortolato ho preso il non incolonnare tutto e subito e quindi di dare molta, molta importanza al calcolo in riga.
Però se segui lui, dice di usare solo il suo metodo!
No da e u, no linea dei numeri, sì a palle e subitizing e il metodo viene proposto per i discalculici..... Ebbene io noto che chi ha difficoltà rimane intrappolato in quelle palle e non va avanti... esperienza vissuta sulla mia classe.
Non vorrei che fosse l'ennesima moda del momento. CI sono aspetti pregevoli ma altri secondo me discutibili. Tutto qua!
Io credo che un metodo non debba essere preso in toto come assoluto.. Un esempio: io quest'anno per spiegare le divisioni come raggruppamento ho usato i regoli. Mi sono preso di preistorico e invece questo ha aiutato molti bambini a capire. Certo, non mi sono fossilizzato su tutta la storia die colori, ma come vedi da quel metodo ho preso ciò che a me serviva.
E poi questa moda che x calcolare non si debbano usare le dita (il subitizing serve aciò)...... ma quando mai! mi hanno sempre detto che lemani sono la nostra prima calcolatrice!
questo per chiarire che tutte le parole sono ben accette nessuna esclusa!
Buon pomriggio!!

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 16:16

Ciao cricco non volevo tirare in causa né te né alissi! Ho detto la parola infastidiscono perché credimi nella mia scuola ha dato molto fastidio! Però se mi permetti, visto che ho potutofrequentare due corsi di aggiornamento del metodo, Bortolato di sua parola ha risposto ai dubbi dicendo che il metodo può essere applicato in parte. Fare un lavoro, o accoglierlo anche in classi più avanti. Secondo me sta a noi come fare!
Nella newsletter di giugno lui adopera la parola -rammarico' e e forse se vogliamo dire non sempre questi metodo trovano fortuna o compensioni! Ognuno di noi sente di fare quello che gli viene più comodo e comprensibile!!!!
Tu cricco arrivi da un percorso universitario e me ne guardo bene di dire che la parola infastidisce sia appartenente alla tua persona!
Guarda. Ben sai che sul mio forum ho aperto un posticino per questo metodo come ho aperto un forum sul mio percorso genovese. Ovviamente i miei contributi saranno vicini a ciò che mi sono avvicinata con entusiasmo!
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 16:23

Cricco scusa se ti contesto il fatto delle dita. Ma guarda che a te manca un pezzo del metodo! Se tu vai sul sito della erickson e visualizzi il libro linea dei numeri lui prende proprio le mani. Lo strumento diviso in cinquine é un' analogia alle dita di una mano! Addirittura lui proporne attività con le dita!!!!
Io però sinceramente non uso i regoli perché non sono nelle mie corde ma non per questo riempio pagine dei forum per screditare la loro funzione. Una cosa mi sono accorta.: i libri nuovi, soprattutto quelli delle vacanze li hanno proprio aboliti. Poi rimandiamo questa discussione quando il prossimo anno frequenterò matematica 1 a Genova.
Guarda a me piace discutere però non vorrei che alissi adesso si senta tirata in causa perché ho visto che ti ha ringraziato come se fossi la persona più discriminante del forum! Forse abbiamo tutti bisogno di evolvere nel nostro mestiere! Io dopo sei anni di italiano sono passata a matematica! Guarda forse è un modo per rinnovarsi e mettersi in discussione!!!!
Che sia ben chiaro quella parola comunque non era riferita a voi due!!! Ma ci mancherebbe!
Ultima modifica di Paola Viale il 13/07/2014, 20:17, modificato 1 volta in totale.
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 16:42

Un' ultima cosa, essendo abituata a gestire i forum o comunque condividere anche i materiali su altri siti con forum mi rivolgo sempre a un pubblico più vasto e quando scrivo non penso mai che ci siano solo due persone che leggano ma una comunità di insegnanti più amplia!
Invece cricco, visto che tu hai appena finito la seconda di mate mi farebbe piacere conoscere il tuo percorso fatto con i bimbi!!! Sai potresti essere davvero una risorsa straordinaria!
http://tuttadidattica.forumattivo.it/

Avatar utente
Paola Viale
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 243
Iscritto il: 12/06/2010, 14:32
Has thanked: 6 times
Been thanked: 22 times
Contatta:

Re: Metodo analogico di Camillo Bortolato

Messaggioda Paola Viale » 13/07/2014, 20:19

Ho notato, in varie richieste sul metodo che si è incerti sul materiale cartaceo da acquistare al fine di avvicinarsi per non incorrere a sbagliate interpretazioni
La validità di questo metodo sta nel fatto che sia stato sperimentato da ben una ventina d'anni.

Classe 1^

I primi voli

Immagine

Un cofanetto che raccoglie tre libricini e due piccoli strumenti per i più piccoli:

– FARE (Disegnare, colorare, prescrittura) è dedicato allo sviluppo delle competenze grafiche del bambino, per migliorarne l’osservazione e la precisione.

– CONTARE (Lettura intuitiva delle quantità) è dedicato alla lettura intuitiva delle quantità del dieci, del cento e del mille, ed è compendiato da due piccoli strumenti studiati per imparare a visualizzare il dieci e il cento.

– PENSARE (Classificare gli oggetti – Sequenze logiche) raccoglie esercizi di classificazione e riflessione mediante i blocchi logici e altre modalità.

Il cofanetto può essere adottato:
– nella scuola dell’infanzia, per allenare i bambini ai prerequisiti necessari per l’inserimento scolastico;
– nella scuola primaria, come materiale di supporto agli alunni con difficoltà.

I 3 libri FARE, CONTARE e PENSARE sono disponibili anche singolarmente (€ 6,90 cad.)

Guarda i video di presentazione:
- Fare
- Pensare e Contare

Speciale scontistica per adozioni di classe.
Per maggiori informazioni: numero verde 800-844052

Per saperne di più sul Metodo Analogico Intuitivo: http://www.camillobortolato.it
__________________________________________________

La linea dei numeri

Immagine

Questo testo è stato pensato per tutti i bambini che a scuola hanno difficoltà con i numeri e con le prime operazioni di calcolo, quali l'addizione e la sottrazione. L'opera propone un metodo alternativo, "non concettuale", per far raggiungere agli alunni una competenza attiva nel calcolo, senza che sia necessaria la tradizionale spiegazione di cosa siano i numeri e di quale sia il significato delle operazioni. Alla base della metodologia qui proposta sta la convinzione che tali nozioni appartengano ad un'innata predisposizione della mente umana per i numeri e che lo strumento più adeguato per apprenderli siano proprio le mani. Le mani sono lo strumento più efficace e anche il più corretto per rappresentare i procedimenti operativi della mente, proprio perché grazie all'allineamento delle dita, alla distinzione in cinquine e soprattutto al movimento di ciascun dito, possono essere equiparate a un calcolatore operante con un codice binario "on-off": dita aperte-dita chiuse. Nel testo, utilizzando una linea di numeri che simula le mani, l'alunno riesce facilmente a sviluppare competenze di calcolo a livello sempre più alto, operando in modo intuitivo con i numeri intesi come immagini. Viene incrementata così la specifica abilità della lettura immediata delle quantità, che oltrepassa la fase iniziale della conta. In questo contesto trovano il vero significato le conseguenti operazioni topologiche di traslazione, simmetria e ribaltamento. Alla fine, l'alunno arriva a operare con le sole immagini mentali. Il percorso didattico del libro si struttura attraverso una serie di schede illustrate che inizialmente propongono semplici esercizi di conteggio, per concludere con operazioni aritmetiche graduate di vari livelli. È adatto, pertanto, a tutti i bambini che si stanno avvicinando alla matematica e, in particolar modo, a quelli con difficoltà.
Per saperne di più sul Metodo Analogico Intuitivo: http://www.camillobortolato.it

__________________________________________________


La linea del 20


Immagine

La linea del 20 — in questa edizione rinnovata nella veste grafica e arricchita di cornicette per divertire i bambini e facilitare l’apprendimento — è lo strumento, alternativo ai regoli colorati, per apprendere i numeri e il calcolo nella scuola primaria e nella fase di preparazione svolta nella scuola dell’infanzia.
Valorizza le capacità intuitive di ciascun bambino, che nasce — secondo recenti studi — con una spiccata propensione verso il calcolo di numerosità e giunge a scuola carico di informazioni sui numeri e di voglia di apprendere.
Rispetto ai regoli colorati che presuppongono un lungo percorso di istruzioni, la linea del 20 può essere usata immediatamente, con gioia e stupore.
Consente di operare da subito entro il 20 svolgendo addizioni e sottrazioni, che prima di essere algoritmi della disciplina sono azioni della vita quotidiana che hanno il semplice significato di «aggiungere» e «togliere».
Gli alunni riconoscono lo strumento come rappresentazione delle proprie mani e non occorrono spiegazioni, perché sono proprio le mani lo strumento naturale che ha permesso l’evoluzione del calcolo mentale.
Nel testo, accanto a una breve guida al quaderno operativo, viene presentato un itinerario didattico completo per lo svolgimento del programma di classe prima comprendendo le abilità di calcolo e i problemi aritmetici, sempre secondo il metodo analogico.
La linea del 20 è consigliata in particolare per gli alunni in difficoltà nel calcolo a mente e si rivela molto utile con quelli ipovedenti o ipoacusici, oltre che con alunni stranieri con difficoltà linguistiche. Può inoltre rivelarsi un supporto ideale per i genitori che vogliano sperimentare un apprendimento precoce del figlio in un quadro di valorizzazione prescolastica delle sue piene potenzialità.
________________________________________________________________
 

I compiti vanno in vacanza 1


Immagine

Guarda il video di presentazione

"Questo è un libro magico, diverso dagli altri. Infatti si ritaglia tutto, fino a scomparire. Ogni pezzo inserito nell'apposita busta può essere portato ovunque: ti divertirai, imparando moltissimo e scrivendo pochissimo."

Dal maestro Camillo Bortolato (La linea del 20, La linea del 100, La linea del 1000 e Matematica al volo in quarta), il libro-quaderno per le vacanze per i bambini della prima classe primaria!

Fedele al metodo analogico, questo non è il solito noioso libro per le vacanze. Si tratta invece di un insieme di carte da ritagliare e portare sempre con sé, raccolte negli appositi sacchettini allegati al volume. Così, durante i viaggi in macchina per raggiungere la meta di gite estive, oppure in spiaggia sotto l'ombrellone, in montagna all'ombra di un albero o a casa, prima di andare a letto, i bambini che durante l'anno si sono esercitati con La Linea del 20 possono ripassare quello che hanno imparando divertendosi e sfidando gli amici!
Le schede sono divise in 4 sezioni:
- Calcolo mentale da studiare in macchina: operazioni mentali da risolvere al volo
- Problemi da risolvere oralmente
- Storie da saper raccontare: favole da leggere e raccontare
- Ricordi delle vacanze: scontrini e ticket, cartoline e biglietti, etichette, ritagli di giornali, conchiglie,  sassolini da raccogliere durante le vacanza.

Per la sua impostazione, I compiti vanno in vacanza 1 è il libro, anzi il "disfa-libro", ideale anche per i bambini che non hanno utilizzato La Linea del 20 durante il loro primo anno scolastico.
http://tuttadidattica.forumattivo.it/


Torna a “Classe I”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module