• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

S.O.S. Bambino problematico

Informazioni, metodologia e didattica, riguardanti la disabilità e il disagio scolastico.
chica
Moderatori globali
Moderatori globali
Messaggi: 1527
Iscritto il: 23/08/2009, 17:06
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times
Contatta:

Re: S.O.S. Bambino problematico

Messaggioda chica » 20/12/2011, 18:52

Maestracinni ha scritto:
chica ha scritto:
Maestracinni ha scritto:Per quanto mi riguarda la dirigente se ne lava le mani.
Dice che non si può far nulla senza il consenso della famiglia e non è facile trovare le leve giuste per convincere una famiglia a far "vedere" il proprio figlio... anni fa ci riuscimmo dicendo alla madre di un alunno (poi rivelatosi affetto da una forma di autismo) che le competenze raggiunte dal proprio figlio non erano sufficienti per il passaggio alla classe successiva... a meno che non fosse accertata l'esistenza di problemi di apprendimento certificati.

é più facile lavarsene le mani che altro...e hai proprio ragione, non è facile far capire a un genitori problemi di suo figlio; capisco che non risolve nulla, però io inanto un qualcosa di scritto al Dirigente, lo farei. Delle parole se ne può lavar le mani, se ne laverà anche dello scritto ma intanto c'è.

E' proprio quello che stiamo facendo e, con suo gran disappunto, ci facciamo protocollare tutto... Venerdì ci ha promesso un incontro con la famiglia e i servizi sociali al rientro dalle vacanze, staremo a vedere! :P

Bene,qualcosa si smuove allora. buona fortuna e torna a farci sapere, ciao
http://sites.google.com/site/infanziaedintorni/
il sito è piccolino è piccolino ma cercherà di crescere. mi aiutate?:-)

il mio blog http://ilblogdiinfanziaedintorni.blogspot.com/

streghina81
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 04/01/2012, 14:44

Re: S.O.S. Bambino problematico

Messaggioda streghina81 » 04/01/2012, 15:01

ciao a tutte!
sono nuovissima del forum :). prima dei festeggiamenti di cappodanno mi é stato chiesto da una maestra delle elementari di tenere un laboratorio di teatro/gioco dato che ho fatto diversi spettacoli durante il mio percorso di studio, anche se non da professionista...il problema é che non ho mai avuto esperienze d´insegnamento e giá questo potrebbe mettermi in difficoltá....inoltre, peró, mi é stato detto che all´interno di quella classe in particolare c´é una bambina "problematica"...quando ho chiesto cosa intendessero con problematica, mi é stato detto "beh, é un po´ aggressiva, non riesce ad interagire bene con i suoi compagni"...beh, chiedo dunque a voi dei preziosi consigli per trattare la situazione con la massima professionalitá e delicatezza.
spero mi possiate aiutare.

Grazie mille e a presto!

Avatar utente
amelie
Utente
Utente
Messaggi: 10
Iscritto il: 19/09/2009, 13:26
Località: napoli

Re: S.O.S. Bambino problematico

Messaggioda amelie » 06/05/2012, 20:01

chica ha scritto:Ciao, onestamente non ho capito se il problema ddel tuo bambino,amelie,è autismo o disturbo oppsitivo. sono due cose diverse. Naturalmente ci son anche disturbi diversi, con intensità diversa. Non ho però capito cosa ti fa pensare all'autismo. ho letto dei rumori che danno noia, ma non può essere un solo comportaetoa far fare una dignosi. In ogni caso non sono le insegnanti a poter fare una diagnosi, se non c'è la collaborzione della fmiglia potreste parlare con il dirigente se c'è una situazione particolae, oppure co la funzione strumentale dell'handicap.


infatti hai ragione...non abbiamo gli strumenti per fare una diagnosi...
l'unica persona che può farla è IL NEUROPSICHIATRA che infatti ha fatto una relazione specificando come diagnosi il disturbo oppositivo provocatorio...
una cosa è certa...i genitori non accettano che il bambino ha problemi, minimizzano... e da quel poco che ho potuto capire, visto che negli ultimi tempi mi sfuggono, è che hanno parecchia responsabilità nella situazione che si è venuta a creare riguardo il loro bambino... nel senso che mi hanno dato l'impressione di persone molto ansiose e allo stesso tempo poco capaci di "prendere" il bambino...

da un po' il bimbo fa terapia...ho anche avuto colloqui telefonici con la terapista, anzi le terapiste...la prima mi ha dato contro , la seconda invece parladnomi al telefono credeva che stesse parlando con l'insegnante di sostegno...e affermando che secondo lei c'era bisogno di un aiuto cosa invece ha assolutamente negato la prima...

ad ogni modo in classe il problema c'è...il bambino ha reazioni assurde, si rifiuta di partecipare a qualsiasi attività, rifiuta il contatto con gli altri bambini, è ossessivo, metodico, non sopporta il minimo cambiamento...
alla paura o all'ansia reagisce venendoti contro e diventando aggressivo a livello verbale e fisico...

sicuramente non è autismo ma è un bambino mooolto problematico
I bambini imparano ciò che vivono

...non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
Cecy
Utente
Utente
Messaggi: 18
Iscritto il: 26/09/2011, 21:19

Re: S.O.S. Bambino problematico

Messaggioda Cecy » 18/11/2013, 14:58

Buonomeriggio.
Quest' anno mi trovo a lavorare in una seconda scuola primaria in compresenza con un altro docente di sostegno ( uomo ) su due casi difficili abbiamo le 22 entrambi equamente divise sui due casi.
Mentre il primo bambino con grossi problemi di apprendimento ed altri che qui non elenco è un bambino dolcissimo e buono il secondo sta avendo la certificazione, i genitori hanno opposto resistenza ma alla fine il padre ha ceduto.
È un bambino intelligente ma problematico è dire poco. È in via di certificazione.
In presenza del maestro figura maschile forte nonostante tenti spesso di sfidarlo viene contenuto e lavora più o meno bene mantenendo un atteggiamento decente.
Ovviamente le ore di compresenza con il maestro non sono molte, quando lui non c'è il bambino da il peggio di se arriva a scuola già carico, e inizia presto a non rispettare il silenzio parla ad alta voce dicendo epiteti che un bambino di quell' età non dovrebbe dire, inoltre si rivolge a me con parolaccie offendendomi se possibile mi da calci mi graffia ed in presenza del' altra insegnante una volta mi ha morsicata mentre tentavo di contenerlo perché nel frattempo è in grado di essere velocissimo e capace di tirare i capelli ad un compagno piuttosto che buttare a terra oggetti ...
Se mi alzo ad aiutare un compagno in difficoltà e per caso mi giro mi tira pugni nella schiena e scappa e nonostante i miei rimproveri continua quanto meno ad insultarmi.
Le colleghe con cui lavoro insegnanti con oltre trent' anni di esperienza faticano anche loro a contenerlo cerchiamo insieme di fare del nostro meglio, ma la classe è numerosa e difficile con casi non certificati ma bisognosi di attenzioni speciali.
Inoltre da un lato giustamente le colleghe mi fanno uscire con il bambino poiché devono andare avanti con il lavoro ,ma quando è fuori aula il bambino si scatena, non bastano le mie parole o un atteggiamento fermo, se posso scriverlo a lui non fanno n'è caldo n'è freddo, anzi si butta per terra, corre , urla dicendo parolaccie cercando di darmi testate quando cerco di fermarlo o contenerlo oggi addirittura mentre correva si è tirato giù i pantaloncini e non vi scrivo cosa mi ha detto. L'ho mandato in bagno a ricomporsi ma al ritorno dopo poco lo ha fatto nuovamente.
Al che l' ho poi riportato in classe con disappunto del' insegnante curricolare.
Cerco di fare del mio meglio con atteggiamenti ' dolci' se raramente (purtroppo ) si contiene e lavora, tra l' altro è un bambino intelligente, più severi e risoluti nelle altre occasioni ma senza risultati se no peggiorando la situazione.
Cosa devo fare?
Tra l' altro dice cose senza senso da sol si da pugni e schiaffi visti anche dalle altre insegnanti e ripete che è la maestra che lo fa o che lo prende in giro ... Quando chiaramente sono atteggiamenti auto ' distruttivi'.
Siccome me lo fanno portare fuori vorrei sapere da voi che avete esperienza( io ne ho poca specialmente in questi casi gravi) come devo comportarmi?
Vorrei iniziare a scrivere come si comporta il bambino quando è in mia presenza sopratutto fuori aula.
Tipo VERBALI con date e orari da tenere per ORA per me, ma come impostarli?

No mi è mai capitato di scrivere, come si fa? Devo entrare nei particolari? E poi io non vorrei uscire troppo dall' aula per avere un supporto e per avere testimoni di come si comporta.

I genitori con difficoltà hanno accettato la cosa il padre si è deciso , parlare alla mamma non serve, inoltre una delle due insegnanti curricolari, vorrebbe parlare alla Dirigente ed eventualmente al gruppo h che dovrebbe riunirsi se si decidono a portare la diagnosi .
Ripeto con il collega sta abbastanza bravo viene 'gestito ' e contenuto il problema è il mio.
Da un lato comprendo le colleghe, ma dall' altro neanche posso stare tutta la mattina fuori aula quando il bambino è su di giri, prendendo calci, pugni, insulti, con lui che salta come un grillo che si butta per terra....ne potendo contenerlo seduto dal posto per quattro ore perché fisicamente dopo un' po' non c'è la faccio e perché essi divincola è un pericolo anche per altri e per se stesso.
Mi dispiace anche perché vorrei esser di aiuto anche oltre che per l'altro bambino che impostato e sollecitato piano piano va avanti , sia per gli altri bambini in difficoltà .
Mi scuso se non sono stata chiara ma il mio è anche uno sfogo,il problema è serio e grave ed io vorrei aiutare ma allo stesso tempo mettermi al riparo da altre e problematiche ben peggiori con le colleghe e la dirigente che pure è consapevole della situazione difficile.
Accetto sempre ogni indicazione o spiegazione o consiglio tutti ben graditi.
Grazie


Torna a “Disabilità e disagio scolastico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module