• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Avatar utente
mirocat
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 23/08/2009, 18:17

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda mirocat » 25/01/2010, 18:22

prurito? io ho l'orticaria!
cocordo con Silvia, anch'io ho seguito mooolto il ritmo della classe e mi riesce difficile confrontarmi su queste materie. Per il tipo di alunni che ho, il meglio che posso fare è dare pochi concetti ma ben consolidati.

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2401
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 134 times

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda eslo » 26/01/2010, 22:05

Ogni classe ,così come ogni insegnante vive realtà diverse...... Io sono ancora ferma al testo narrativo, ma i bambini sanno riconoscere tutti gli altri. Ho scelto di fermarmi xchè sto attuando tutto un percorso sulla comprensione "oltre" le parole ( inferenze , anticipazioni .... tanto x intenderci) ; non è facile e occorre perderci molto tempo ; mettere in moto "le rotelle" degli alunni , abituarli a riflettere , a soffermarsi ,è molto faticoso e problematizzante ma alla fine...paga! :D
Grammatica : finiti tutti gli aggettivi e pronomi ( no il relativo) ; modi infinito e gerundio
Sintassi: ripassato soggetto , predicato , complemento diretto.
Analisi del periodo : scomposizione frase in proposizioni.
Cmq il prurito ce l'ho anch'io quando penso alle congiunzioni e avverbi !!

Avatar utente
eljzbeth
Utente
Utente
Messaggi: 55
Iscritto il: 23/08/2009, 18:18
Località: messina
Contatta:

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda eljzbeth » 31/01/2010, 12:53

ehmmm a proposito di prurito... :)
fatto il testo narrativo, sono al descrittivo.
fatti nomi, aricoli (anche partitivi), sono all'aggettivo.
i verbi li facciamo e li faremo tutto l'anno, fatta la differenza fra modi finiti e indefiniti, l'indicativo, stiamo approfondendo il congiuntivo.
per il resto ancora nn ho fatto nulla... :shock:

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
matry
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 2
Iscritto il: 23/08/2009, 18:35

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda matry » 31/01/2010, 14:43

Finito il testo narrativo (avventura, giallo, umoristico, paura). Sto approfondendo il testo poetico e quello descrittivo. Ho accennato il mito e la leggenda, ben sviluppati lo scorso anno scolastico. Fatti articoli, nomi, aggettivi qualificativi e relativi gradi. Questa settimana sarà la volta del congiuntivo. Analisi grammaticale e logica (soggetto, predicato verbale e nominale, complemento oggetto, complementi indiretti senza specificare quali). Buon lavoro a tutte le colleghe. :roll:

Avatar utente
Silvia67
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 364
Iscritto il: 23/08/2009, 22:41
Has thanked: 1 time
Been thanked: 1 time

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda Silvia67 » 15/02/2010, 15:10

Scusate, ma sono sull'orlo di una crisi di burnout: quanto tempo date in media ai vostri pupilli per redigere un testo individuale? Quanto vengono lunghi? Io personalmente non ho mai dato peso alla lunghezza di un testo, nella speranza che fosse coerente e coeso. Ma a metà quarta mi sembra poco una pagina di quad (scritto un rigo sì e uno no) scritto in un'ora e mezza, e per giunta non proprio corretto...
Ditemi che mi sto fasciando la testa! :shock:

Avatar utente
mirocat
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 304
Iscritto il: 23/08/2009, 18:17

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda mirocat » 15/02/2010, 15:57

anch'io mi pongo lo stesso problema. Ho bambini logorroici che in un'ora mi scrivono 3 pagine e altri che per farne mezza ci mettono 4 ore. Qual è il giusto. Come al solito sta nel mezzo. Come criterio pratico faccio un media tra i più lenti e i più veloci e così do il tempo. Credo che, senza mettere troppa fretta, a loro serva sapere quanto tempo hanno a disposizione, per regolare il loro modo di lavorare.

Avatar utente
Larissa
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 512
Iscritto il: 22/07/2009, 18:05
Località: Beaverton
Been thanked: 3 times
Contatta:

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda Larissa » 15/02/2010, 18:04

Era una cosa che capitava anche a me. Mi ricordo di un alunno bravissimo, intelligente e creativo, che scriveva testi originali, divertenti e correttissimi, ma.... brevissimi!!!! Una fatica a tirargli fuori quattro parole in piu'!!!
Per quel che mi riguarda avevo provato nelle seguenti maniere, facendo lavorare tutta la classe:
1. Fare esercizi di arricchimento di frasi: data una frase semplice, usavamo insieme aggettivi, avverbi, parti testuali varie per renderla piu' elaborata.
2. A partire da un'immagine descrizione della stessa con piu' particolari possibli.
3. Davo io una situazione base (un testo di tre righe che presentava un fatto ) e loro dovevano riscriverlo arricchendoloper farlo diventare di volta in volta tragicop, divertente, preoccupante, spaventoso. Tutto a partire dallo stesso fatto, con piu' o meno le stesse parole, cambiando le parti invariabili del discorso.
4. Testi scritti al pc con un minimo numero di parole che i bambini potevano controllare in ogni momento su world.
5. Testi da fare a casa, sempre con un minimo di parole dato.
6. Tantissimo utilizzo del vocabolario e del dizionario dei sinonimi e dei contrari per arricchire i testi.

Avatar utente
maestralulù
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 1728
Iscritto il: 23/07/2009, 8:23
Località: prov. napoli
Been thanked: 8 times
Contatta:

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda maestralulù » 16/02/2010, 13:50

io invece mi trovo con una classe che per kla maggiore scrive tanto forse troppo! Ed io dopo mi trovo con fiumi e fiumi di parole....
Di solito un'oretta basta a tutti per farli sentire soddisfatti di aver scritto tutto.
Molto interessante l'uso del vocabiolario dei sinonimi ;)
Per quanto riguarda gli esercizi proposti dalarissa dev0o dire che mi rispecchio tanto, anche io di solito li ho fatti fare e qualche volta ne faccio ancora adesso, hanno aiutato molto i bambini a capire cosa significa "arricchire" un testo, rendendosi conto loro stessi che iltesto man mano "cresceva" e seguiva un percorso diverso a seconda dei particolari che inserivano
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2401
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 134 times

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda eslo » 16/02/2010, 16:02

Io do il tempo -2ore x spiegare, scrivere in brutta , copiare. Gli alunni che nn riescono a finire , gradatamente si rendono conto da sè del loro gap e da soli cercano di far di tutto x superarlo ( o sarà frutto del mio < memento mori> : "ragazzi , mancano 20 minuti alla consegna " :o ?)
Per quanto riguarda la lunghezza unica regola : minimo una pagina . Se scrivono di meno applicano tutte le strategie x ampliare il testo.
E' vero, alcuni scrivono pochino ; secondo me ciò in parte è dovuto al carattere di ognuno , ma ritengo che la causa principale sia nell'interesse-coinvolgimento che provano verso l'argomento. Se un componimento spunta come una sequoia nel deserto è logico che scrivano poco !
Ho notato che più vago ed amplio è il titolo , (della serie : Che paura quella volta che.....) più loro scrivono , viceversa ,se do molte indicazioni si bloccano , si pongono mille interrogativi , guardano in aria con sguardo perso e scrivono molto sinteticamente. Capita anche a voi ?

Avatar utente
maestralulù
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 1728
Iscritto il: 23/07/2009, 8:23
Località: prov. napoli
Been thanked: 8 times
Contatta:

Re: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE:spazio di confronto tra colleghi

Messaggioda maestralulù » 18/02/2010, 18:17

io preferisco lasciare meno tmpo x scrivere ma cominciare ad esaurire un pò l'argomento del testo verbalmente, in tal modo ho sempre la speranza che anche i più aridi di parole possano aprire un varco da seguire.
Oggi per sempio, siamo partiti da una filastrocca che ho preso da un fascicolo di letture ricevuto con l'abbonamento alla vita scolastica.
La filastrocca recitava di una bambina eccessivamente paurosa.
Allora ho intavolato un discorso circa la pure esagerate e quelle che è normale provare. Siamo partiti dalle paure provocate dagli animali e dai mostri per arrivare alla pure provacate dalle persone che possono ferirci fisicamente, moralmente nell'immediato con una parolaccia o a lungo termine con l'insegnamento di comportamenti scorretti che possono danneggiare nel futuro...
Insomma un discorsone!
Ho proposto loro, alla fine, untesto dal titolo: racconta un'esperienza vissuta nella quale qualcuno ti ho offeso moralmente o ti ha impaurito in modo particolare

Voi avete qualche titolo da suggerire? :mrgreen:
Immagine
Immagine
Immagine


Torna a “Classe IV”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module