• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

consigli sulla relazione con la dirigenza

Idee, metodologie, strategie e modulistica per gli insegnanti.
Anemone83
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 3
Iscritto il: 22/04/2012, 16:49

consigli sulla relazione con la dirigenza

Messaggioda Anemone83 » 30/08/2012, 8:01

Buongiorno,
non so se sono nella sezione giusta per questo argomento ma ho una grossissima difficoltà e mi farebbe piacere confrontarmi con tutte voi....
Sono già otto anni che lavoro in una scuola dell'infanzia paritaria e le cose vanno sempre peggio: non ho più a che fare con una coordinatrice che ha mille cose da insegnare, vista la sua età ed esperienza, ma con un'imprenditrice! Contano i soldi, tutte le richieste/desideri/lamentele dei genitori (che poi non si limitano solo a questo) e per noi questo significa dover fare i conti ogni santo giorno con questa loro "priorità", velata ovviamente!
Nelll'ultimo coordinamento, su consiglio della psicologa della scuola, ho proposto di poter partecipare all'assemblea che la settimana prima dell'inizio del nuovo anno scolastico con i genitori dei nuovi arrivi (28 bambini di 3 anni che avrò io). Ho spiegato loro che la mia presentazione ai genitori, ma soprattutto spiegare loro la modalità di accoglienza che adotterò, rassicurandoli sulle crisi dei bambini, fosse una cosa pedagogicamente necessaria e importante.
Risposta: NO! con mille giustificazioni assurde poi: lo spieghiamo noi ai genitori, non hai fiducia in noi?, vuoi metterti al posto nostro?, che Assurdità di proposta....eccc.
Preciso che ho le capacità per questo lavoro, loro lo sanno, lo vedono dai risultati, dalla fiducia e stima che i genitori hanno per me, ma sembra che vogliano marcare il territorio.
A volte ho come l'impressione ci sia un pò di "gelosia" nel fatto che i genitori siano gentili, rispettosi e riconoscenti nei nostri confronti. Siamo 3 insegnanti e l'atteggiamento è lo stesso con tutte.
Come se qualcuno voglia prendere il loro (una coordinatrice e un "gufetto" che dirige alle spalle tutto e tuttti) posto, e vi assicuro che non ci sono variazioni al vertice in vista e nessuno mira a quello.
Iniziare l'anno scolastico in questo modo è deleterio, non so come improntare l'accoglienza di 28 bambini che dal 2° giorno si fermano per 3 ore senza genitori tutti insieme (non scaglionati!); sono da sola, non ho modo di rassicurare il genitore perchè mi porteranno i bambini piangenti in aula come pacchi postali....
PReciso che non è la prima volta che ho una classe così numerosa di bambini piccoli ma il clima era diverso e così proprio non riesco a lavorare....
Come mi comporto? :(

Avatar utente
cricco84
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 576
Iscritto il: 06/10/2009, 9:00
Been thanked: 5 times

Re: consigli sulla relazione con la dirigenza

Messaggioda cricco84 » 30/08/2012, 8:07

purtroppo sei in una paritaria. arma a doppio taglio. comanda chi ci mettono a omandare.
Puoi sguire due strade:
- fatti sentire, presentati alla riunione.... e poi aspettati super ritorsioni (forse un allontanamento?se ne senton così tante di storie)
- ingoia il boccone e dai il meglio di t.
Io penso che, se casualmente, il primo giorno cascasse nello zainetto dei bambini un avviso in cui espliciti le tue modalità... e che ne so...il secondo giorno magari... bah... dici al genitore di rimanere, o che porti il figlio più tardi... nessuno te ne può fare una colpa. è stato un caso

Anemone83
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 3
Iscritto il: 22/04/2012, 16:49

Re: consigli sulla relazione con la dirigenza

Messaggioda Anemone83 » 31/08/2012, 12:58

Credo che subirò le conseguenze a vita se operò in questo modo!!...e poi non voglio nascondermi nel fare qualcosa che dovrebbe essere normale ed esplicita!...

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
Avatar utente
maestralulù
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 1731
Iscritto il: 23/07/2009, 8:23
Località: prov. napoli
Been thanked: 4 times
Contatta:

Re: consigli sulla relazione con la dirigenza

Messaggioda maestralulù » 31/08/2012, 15:39

carissima, purtroppo nelle scuole paritarie al primo posto ci sono e ci saranno sempre i genitori, qualsiasi cosa dicano, avranno sempre ragione e dovranno sempr essere accontentati anche a discapito della pedagogia, xchè "Pagano" e mantengono la scuola (?????!!!!)

premesso questo, l'atteggiamento della coordinatrice che poi mi pare di aver capito, sia anche la proprietaria, è assolutamente antiproduttivo: chi meglio di te sa cosa dire ad un genitor che è in ansia e come esporre il proprio metodo di lavoro!

Da noi, ad essere sincera, le insegnanti sono sempre molto partecipi (fin troppo!) dei rapporti scuola/famiglia e naturalmente questo, negli anni, ha porato una bella fiducia dei genitori, nn solo verso la scuola ma anche personalmente verso le insegnanti.

Io ti consiglierei di iniziare, poi , nel momento in cui avverrà la confusione di pianti e di genitori nel panico, allora potrai far presente ciò che è successo e proporre un ulteriore incontro con te per spiegargli i progressi del gruppo e la metodologia usata, batti sempre sul fatto che, conoscendoti di persona, si sentirebbero più tranquilli

facci sapere ;)
Immagine
Immagine
Immagine


Torna a “Parliamo di didattica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module