• Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module

SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Avatar utente
kucy
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 1296
Iscritto il: 22/07/2009, 22:15
Has thanked: 1 time
Been thanked: 1 time

SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda kucy » 24/08/2009, 13:20

Ultima modifica di Brava il 23/10/2012, 20:55, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: sostituito link off


Avatar utente
lorys
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 3624
Iscritto il: 13/10/2010, 20:30
Has thanked: 53 times
Been thanked: 331 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda lorys » 14/02/2013, 8:34

La strega Betega

Occhi di ghiaccio, naso arricciato,
lingua a serpente, ghigno arrabbiato.
Questo è il ritratto di una tipica strega,
da alcuni è detta strega Betega!
La strega Betega vive in città
vive in cantina, talvolta sui tetti
e fa paura a bambini e vecchietti.
La strega Betega ha la voce nasale,
e qualche problema intestinale:
anche se mastica radice di menta
ha un fiato fetente che ti tormenta.
Strizza gli occhi se la vedi
perché spesso è travestita,
porta una parrucca viola e
sette anelli sulle dita.

A. Parazzoli

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module
Avatar utente
lorys
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 3624
Iscritto il: 13/10/2010, 20:30
Has thanked: 53 times
Been thanked: 331 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda lorys » 14/02/2013, 8:35

C’era una volta un drago…

C’era una volta un drago
terror della foresta:
un corpo tutto squame,
sul capo una gran cresta,
due occhi rossi e gialli
ed un vocione roco,
le fauci sempre aperte
a sputar fumo e fuoco.
Ma un giorno un saggio mago
lo prese per il collo
e in un secchione d’acqua
lo tenne un poco a mollo.
Sbolliti gli ardori
gli disse: - Adesso tu,
ti metti a fare il buono
e guai non ne fai più.
Al posto delle zampe
gli mise quattro ruote,
al posto del vocione
un fischio a quattro note,
le fauci gliele chiuse,
legate per benino,
per cacciare fuori il fumo
gli sistemò un camino;
quei due occhiacci rossi
li sistemò in due fari
e infine mise il tutto
su un paio di binari.
E il saggio mago allora
tornò a casa sereno:
aveva ucciso il drago
ed inventato il treno.

Gigi Lunari, I quindici

Avatar utente
lorys
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 3624
Iscritto il: 13/10/2010, 20:30
Has thanked: 53 times
Been thanked: 331 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda lorys » 14/02/2013, 8:36

C’era una volta un orco…

C’era una volta un orco brutto
che si mangiava proprio tutto.
Mangiava tigri, elefanti, leoni,
masticava le pizze e i panettoni,
le pantere le mandava giù intere.
Un suo compagno volle cambiare
quell’abitudine alimentare:
- Perché non mangi qualche bambino?
Forse sarebbe un buon bocconcino
tenero e grasso, mentre vai a spasso.
Ed additava di qua e di là,
perché scegliesse a volontà.
Ma l’orco brutto si volse di scatto
e gli rispose: - Non sono matto!
I bambini corrono sempre, lo vedi:
muovono i pugni, muovono i piedi,
strillano e cantano forte e parecchio,
e io ho… delicato il mio orecchio.
Hanno roba indigesta,
che guasta la festa:
ruvidi calzoni,
di metallo i bottoni,
in tasca un fischietto,
un sasso, un pupazzetto,
e lo zainetto con i libri di scuola
che ti restano in gola.
Bambini? No grazie! Devo dire
che sono difficili da digerire!
Invece, domani a colazione,
forse mangio un leone.
Se il pranzo è in ritardo
divoro un leopardo.
Se la pancia non è piena
io mangio una balena.

Domenico Volpi, Le filafiabe

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2403
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 130 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda eslo » 22/02/2013, 12:20

Peter Pan in rima

La storia che vi vogliamo raccontare
vi farà divertire e sognare...
Si svolge nella città di Londra
e lì Peter Pan cerca la sua ombra.

La cerca in casa di una famiglia
dove è appena successo un parapiglia.
I bambini erano già a letto
e l'ombra stava chiusa in un cassetto..

Wendy alla finestra fantasticava
e di restare piccola desiderava;
vede Peter Pan arrivare volando
e lei dice: “Sto forse sognando?”

L'eterno ragazzo la invita all'Isola che non c'è
e Wendy perplessa vuol sapere dov'è.

Anche Gianni e Michele vengono invitati
e non sono per niente spaventati,
perchè la magica polverina
di Trilli, che è una fatina,
li ha sollevati e fatti volare
nel cielo e sopra il mare.

All'isola sono quasi arrivati,
ma i pirati li hanno avvistati,
e Capitan Uncino, proprio tremendo,
urla: “Adesso vi prendo!”

Spugna, sempre pieno di vino,
lancia le bombe nel cielo turchino
e il coccodrillo, che una sveglia ha ingoiato,
dall'acqua la scena ha osservato.

I tre fratelli, volando a più non posso,
seguono Trilli che prepara un tradimento grosso,
per Wendy la fatina prova gelosia
e con l'inganno la vuol mandare via.

Infatti mente ai bimbi sperduti
che nella trappola sua sono caduti
e Wendy presa a sassate
Ahimè precipita, perchè non la salvate?

Per fortuna arriva Peter Pan
che l'afferra e la posa pian pian.
Intanto Gianni, Michele e i bimbi speduti
vengono catturati dagli indiani che li spiavano muti

Il loro capo Toro In Piedi, molto infuriato
Grida: “Rivoglio Giglio Tigrato!”

Peter e Wendy volano insieme
fino alla laguna delle sirene.
Sono creature molto belle e vanitose,
ma con quella ragazza fanno le dispettose.

Intanto Spugna e Capitan Uncino
stanno arrivandocon un barchino;
avevano catturato Giglio Tigrato, poveretta,
e volevano imprigionare anche Peter Pan in tutta fretta.

Ma il ragazzo balza fuori con la spada sguainata
e attacca subito il cattivo pirata,
che cade proprio come un grullo
quasi nella bocca del coccodrillo.

E mentre Giglio Tigrato sta per annegare
Peter Pan la corre a salvare.

Peter Pan, quella sera stessa,
riporta a casa la principessa
e Toro In Piedi, il suo papà,
prova tantissima felicità.

Intanto Trilly, rimasta sola,
non sa con chi scambiare una parola
e quando arriva Spugna, il pirata,
nel suo berretto si trova imprigionata.

Viene portata da Capitan Uncino
che le chiede di aiutarlo un pochino
a rapire Wendy, la ragazzina,
che stava antipatica alla fatina.

Wendy stava con i bimbi sperduti
che intorno a lei erano seduti.
Le chiedevano: “Ma una mamma cos'è?”
e lei rispondeva: “E' la cosa più bella che c'è?”

I bimbi sperduti ascoltano attenti quelle parole
poi corrono veloci verso le scale.
Tutti a casa vogliono tornare,
ma Peter Pan fanno infuriare

e appena all'aperto si sono trovati,
dai cattivi pirati vengono catturati,
mentre l'odioso Capitan Uncino
nel rifugio fa scendere un pacchettino

poi dice ai bimbi: “diventate pirati
perchè così potrete essere salvati,
ma Wendy urla: “No, non dovete accettare
perchè Peter Pan ci verrà a salvare!”

Ride il capitano: “No, non verrà
perchè tra poco in aria salterà!”
Allora Trilly lo va ad aiutare
e il pacco-bomba riesce a buttare.

Per i bambini sperduti che stan sul vascello
quello scoppio non è per niente bello!
Però rifiutano di diventare pirati
così il capitano, Spugna e il coccodrillo lì, li han lasciati.

Allora quelli rimasti prendono una decisione:
per loro è il momento di andare in pensione!
Perchè in questi tempi i pirati
vengono poco pagati.

E invece di continuare a navigare
con i bambini preferiscono giocare.
Perciò, caro pubblico, se ti vuoi divertire
su questo vascello puoi salire,

non cercare “l'Isola che non c'è”,
ma vieni in questo posto da Re!

Da scuola rodari oleggio

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2403
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 130 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda eslo » 03/03/2013, 13:02

Non è una fiaba....


I giorni della Merla


Dentro il nido i merli stanno
su tra i rami, in mezzo al gelo;
tanto freddo e fame hanno,
vien la neve giù dal cielo.

E son bianchi come neve
mamma, babbo e i merlottini,
che affamati e infreddoliti
per scaldarsi stan vicini.

Mamma merla dice allora:
“Non c’è niente da mangiare
e l’inverno è lungo ancora:
non sappiamo come fare…”

C’è una casa, lì vicino:
sempre acceso sta il camino:
laggiù dentro, sopra il tetto
sarà il nido più protetto.

Babbo merlo or può volare
Dove il freddo è un po’ più mite
Tante cose può cercare:
ce ne sono di squisite!

Grani, semi e vermettini
da portare ai suoi piccini.
Lungo è il mese di Gennaio:
siamo agli ultimi tre giorni.

Sono queste le giornate
dell’inverno più gelate
ed è tempo che al suo nido
babbo merlo infine torni.

Quando arriva sopra il tetto
La sorpresa il merlo accoglie:
han cambiato il loro aspetto
sia i merlotti che sua moglie!

Il gran fumo nel passare
dalla canna del camino

il candore ha trasformato
nel color del carboncino!

Babbo merlo è un po’ stupito:
“Siete sempre voi, davvero?”
… è da allora che ogni merlo
ha il vestito tutto nero…

…e nel mese di Gennaio
le tre ultime giornate
i tre “giorni della merla”
da quel dì si son chiamate

da : filafilastrocca.blogspot

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2403
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 130 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda eslo » 03/03/2013, 14:32

Il Pifferaio Magico



Rosicchiamo cri cri cri
rosicchiamo cri cri cri
nelle cantine, nelle cucine
rosicchiamo cri cri cri.

Dentro i cassetti cri cri cri
e sotto i letti cri cri
quel che troviamo, lo divoriamo
rosicchiamo cri cri cri.

Una musica sento già
chi la suona non si sa
è un Pifferaio, parola mia,
Il più magico che ci sia.

Nessun topo resisterà
se la musica ascolterà
dietro al piffero se ne va,
resta libera la città!

da: filalilastrocca.blogspot

Avatar utente
eslo
Moderatori
Moderatori
Messaggi: 2403
Iscritto il: 23/08/2009, 21:54
Has thanked: 27 times
Been thanked: 130 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda eslo » 04/03/2013, 22:53

Biancaneve e i sette nani in rima QUI :

http://www.sassarisettimo.it/biancaneve/index.html

Avatar utente
lorys
Utente esperto
Utente esperto
Messaggi: 3624
Iscritto il: 13/10/2010, 20:30
Has thanked: 53 times
Been thanked: 331 times

Re: SULLE FIABE E I LORO PERSONAGGI

Messaggioda lorys » 05/03/2013, 9:33

C'era una volta

C’era una volta babbo Geppetto
che giocava con Cappuccetto.
Biancaneve coi sette nani
c’era una volta, batti le mani.

C’era una volta la Sirenetta
coi tre porcellini fa una casetta.
Dentro ci stava Pollicino
c’era una volta, fai un inchino.

C’era una volta i sette capretti
che erano amici dei tre orsetti.
La principessa addormentata
c’era una volta fai una risata.

D. Cologgi, M. Paulicelli


Torna a “Filastrocche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Google Adsense
  • Sir Xiradorn Banner Ext Module